Alimentazione autunnale

L’autunno è molto generoso e ci regala tante prelibatezze:
- l’uva, ricca di ferro, calcio, fosforo, contiene vitamina A, vitamina C, vitamina P e vitamina B6 e ha proprietà antiossidanti e anticancro. È altamente energetica ed ha un considerevole valore calorico (100 gr contengono circa 70 calorie) quindi è preferibile non eccedere se si hanno problemi di peso.
- la pera, considerata una fonte naturale di minerali (come il potassio, il fosforo, il calcio, il magnesio), fornisce zuccheri semplici e non mette a rischio la nostra linea (contiene appena 30 calorie per 100 grammi). Inoltre, grazie all’alto contenuto di fibra, è ottimo per regolarizzare l'intestino in modo naturale;
- il caco ha preziose proprietà drenanti e diuretiche, è ricco di vitamina C, di beta-carotene e di potassio. Ricco di antiossidanti naturali, aiuta l’organismo a proteggere le cellule dall’effetto dei radicali liberi. È un concentrato di energia (70 calorie per 100g), quindi ottimo per chi pratica sport, da mangiare con moderazione per persone in sovrappeso. Inoltre, la notevole quantità di zucchero lo rende un frutto poco indicato anche per chi soffre di diabete;
- le arance e i mandarini, noti a tutti per il loro alto contenuto di vitamina C, (sostanza antiossidante utile per contrastare i malanni di stagione), stimolano la funzionalità intestinale e la sensazione di sazietà. Sono preziosi anche per mantenere elastica e giovane la nostra pelle grazie alle loro proprietà antiossidanti;
- la mela è un frutto ricco di proprietà benefiche: contiene sali minerali (potassio, magnesio, sodio, ferro, fosforo, zolfo, calcio, sodio), la vitamina B1, (che combatte inappetenza, stanchezza e nervosismo), la B2 (che facilita la digestione ed è ricca di proprietà antiossidanti) e la vitamina C. È un frutto con pochissimi zuccheri e grassi, inoltre è ricco di pectina, che contribuisce a tenere sotto controllo il tasso glicemico contenuto nel sangue.
Anche per quanto riguarda la verdura, in autunno abbiamo solo l’imbarazzo della scelta. C’è quella a foglia verde, come gli spinaci, le bietole e le verze, che sono un vero e proprio serbatoio vitaminico. Contengono la vitamina A, la C, la E, la K (indispensabile per favorire la coagulazione del sangue) e la B5. Queste verdure vantano anche un elevato contenuto di antiossidanti che aiutano a contrastare l’insorgenza di radicali liberi. Sono alimenti ricchi di luteina, sostanza che protegge gli occhi dalle radiazioni solari, e di ferro, in particolar modo gli spinaci.
In autunno troviamo anche la zucca, alimento ricco di beta - carotene (che ha la funzione di contrastare l’insorgere di radicali liberi), dotato di proprietà antitumorali ed efficace nell'aiutarci a proteggere il sistema circolatorio. Contiene vitamina A, B e C e minerali come calcio, sodio, potassio, fosforo, rame, magnesio, ferro, selenio, manganese e zinco. È un ortaggio povero di calorie (17 calorie per 100 grammi) e di zuccheri, con un notevole potere saziante.
Importante anche il radicchio, che ha importanti proprietà depurative e diuretiche ed è un potente alleato nella prevenzione delle malattie legate all'invecchiamento. Ha un elevato contenuto di vitamine (A, B2 e C), sali minerali e fibre. Inoltre è fortemente indicato per le persone che soffrono di artrite e reumatismi.
Non dimentichiamo i legumi, che forniscono un elevato contenuto energetico, proteico e sono ricchi di carboidrati, in particolare gli amidi. Sono inoltre degli ottimi regolatori intestinali, grazie all'elevata presenza di fibre. Tratto da: http://www.italiasalute.it

Verdura e Frutta di OTTOBRE

Verdure:
Barbabietole – Bietole – Broccoli – Carciofi – Cardi – Carote – Cavolfiori – Cavolini di Bruxelles – Cavolo cappuccio bianco – Cavolo cappuccio rosso – Cavolo cinese – Cavolo nero – Cavolo verza – Cetrioli - Cicoria Catalogna – Cime di rapa – Finocchi – Funghi coltivati – Funghi selvatici – Indivia belga – Indivie riccia e scarola – Lattuga – Lattughino da taglio – Melanzane – Patate – Peperoni – Pomodori - Porri – Radicchio – Rape – Ravanelli – Rucola – Scalogni - Sedani rapa – Sedano – Spinaci – Tartufi bianchi – Tartufi neri – Topinambur – Valerianella – Zucche – Zucchine

Frutta:
Alchechengi - Cachi - Carrube – Castagne – Cedro – Cotogne – Fichi – Fichi d’India - Kiwi – Limoni - Melagrane – Mele – Melone – Pere – Pesche – Peschenoci (nettarine) – Prugne – Ribes – Uva – Uva spina

martedì 23 febbraio 2010

Una buonissima, sofficissima colomba di Pasqua, fatta in casa

colomba 2010



Eccoci quà a pensare alla Pasqua, Carnevale é finito da poco e la primavera si avvicina... La colomba di Pasqua è un dolce lievitato, classico e non tanto difficile da fare in casa. io ho avuto in regalo per Natale una planetaria che uso spesso e che mi facilita impastare dato che ho un tendine parzialmente lesionato alla spalla destra. Dovete sapere che fin da piccola le colombe pasquali a casa mia io le scoprivo...cioè quello che mangiavo era lo zucchero di granella sopra, e per rimediare mettevo lo zucchero a velo per coprire i buchi..per questo come vedrete dalle foto nella mia colomba ne ho messo tanto!! Questa ricetta l'ho scoperta l'anno scorso e ha avuto tanto successo, quest'anno l'ho riprovata in anticipo e devo assicurarvi che è veramente deliziosa, non si sente il lievito, è soffice, poco dolce e leggera.





Ingredienti:

gr 500 farina manitoba
12/13 di lievito di birra (preso in panetteria)
100 ml di latte intero tiepido
gr 100 zucchero semolato
gr 200 burro morbido (ottima marca, è fondamentale!)
3 uova intere
1 bacca di vaniglia
1 arancia grattuggiata
1 limone grattuggiato
gr 100 di arancia candita ( presa in drogheria, intera)
gr 100 uvetta sultanina
1 pizzico di sale

Per la copertura:

1 tuorlo
gr 100 mandorle con la buccia
granella di zucchero q.b.

Preparazione:
Lasciate ammorbidire il burro a temperatura ambiente.

Sciogliere il lievito di birra in un dito di acqua tiepida con 1 cucchiaino di zucchero.

Versare la farina a fontana e al centro unirvi, il burro morbido, le uova, lo zucchero, la vaniglia, la scorza grattugiata del limone e dell'arancio, l'anice, il lievito sciolto, a filo il latte tiepido e il sale in un angolino lontano dal lievito.

Lavorate a lungo, molto bene ed energicamente l'impasto che dovrà risultare liscio, omogeneo ed elastico, fate lievitare coperto in un luogo tiepido per circa 3 ore.


 
Mettere in ammollo l'uvetta in poca acqua e se volete un goccino di rum, dopo circa mezzoretta scolatela e asciugatela con cura infarinandola appena.



Riprendere l'impasto lavorarlo ancora un pochino e unirvi l'uvetta e l'arancia candita (o i canditi misti), trasferire il composto in uno stampo per colomba, o due se fossero piccolini, ben imburrato ed infarinato, l'impasto dovrà coprire i 3/4 dell'altezza della forma, quindi lasciare ancora lievitare in un luogo tiepido per circa 2 ore. (Deve arrivare al bordo.)



Ultima parte la copertura golosa:

Tostate separatamente le mandorle.

Tritate grossolanamente 3/4 delle mandorle.

Spennellate in maniera uniforme la superficie della colomba con il rosso d'uovo leggermente sbattuto, e uniteci le mandorle tritate grossolanamente più quelle intere, i pinoli e la granella di zucchero. Infornate a forno pre-riscaldato a 180° per circa un oretta e un quarto, con una pentolina con dell'acqua sulla base del forno, per la prima metà della cottura se possibile scegliere la fonte di calore solo sotto e per la seconda metà sotto e sopra, appena sarà ben dorata sarà pronta! ricetta tratta da http://www.cooker.net/

la mia Lulu che controlla...



Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono di proprietà esclusiva di Paola Brunetti, autrice del blog La cucina di Paola Brunetti, e sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche.
NON autorizzo la pubblicazione dei testi, delle ricette e delle foto in alcun spazio della rete che siano forum o altro senza preventiva richiesta.


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...